Post in evidenza

Bacodaseta: perché il mio blog si chiama così?

Bacodaseta non è un nick o un alias, è il significato del mio cognome. Esiste un paesino sperduto sui colli bergamaschi, piccolo talme...

mercoledì 17 maggio 2017

Fagottini ripieni di verdure dello Sri Lanka

E' molto bello conoscere persone che provengono da altri Paesi, conoscere le loro usanze e condividere esperienze personali con serenità e rispetto.
Mi è capitato di accompagnare mio figlio in ospedale per un intervento al ginocchio, nella stessa stanza è stato ricoverato anche un ragazzo di 17 anni, accompagnato dalla mamma, per aver rotto un dito della mano cadendo. Il giovane è nato in Italia e frequenta un istituto superiore, eccellendo negli studi, sogna di fare l'ingegnere areospaziale.

Abbiamo fatto subito amicizia attratti dalla loro gentilezza e solarità.
Essendo originari dello Sri Lanka è stato naturale parlare di abitudini, nostalgia, adattamento e..ricette! 
Non dimenticherò mai l'attenzione e i sorrisi con i quali il ragazzo si rivolgeva alla mamma. La madre era di una tenerezza evidente, il ragazzo era molto ben educato e simpatico.


Ascoltiamo questa bellissima canzone della nostra Patty:



Ecco la ricettina ( con qualche modifica personale) subito messa in atto non appena ritornati a casa:

per i fagottini:
1 e mezza tazza di farina integrale
2 cucchiai di olio evo
1 cucchiaino di sale fino
1 tazza di acqua

olio evo per tenere morbidi i fagottini e per la padella

verdure che avete in casa e che vi aggradano secondo la stagione, io ho usato:

un ciuffo di coste bianche già cotte
1 cipolla
1 patata cotta
3 peperoncini verdi dolci
2 pomodori
2 zucchine

(potete sbizzarrirvi con la verdura che preferite)

per condire la verdura:
1 cucchiaino di curcuma
1 cucchiaino di curry
1 cucchiaino di sale

 Preparazione:
impastate gli ingredienti per i fagottini e ottenete delle palline che metterete in una terrina e cospargerete ancora con un cucchiaio di olio affinché si ammorbidiscano. La pasta deve rimanere morbida ed elastica. Coprite la terrina con della pellicola, lasciate riposare e intanto procedete con la preparazione delle verdure.







Fate soffriggere la cipolla e poi aggiungete le altre verdure tagliate a pezzetti, cuocete al dente, mettete le verdure già cotte (patata e coste) salate, aggiungete le spezie, lasciate insaporire e raffreddare.















Ora stendete la pasta molto sottile con le mani, piegatela su se stessa ad ottenere un rettangolo.






Prendete un cucchiaio della verdura preparata e mettetelo su un lato della pasta stesa poi potete arrotolarlo oppure girarlo a mo di triangolo, l'importante è che venga chiuso bene.






 Come potete vedere alcuni fagottini sono un po' bruttini, ma è stato bellissimo farli insieme alla mia bambina e vanno benissimo così. Questo vi da l'idea della facilità di questa ricetta.


Non sono una perfezionista, la cucina dev'essere giocosa e rilassante, oltre che gustosa e nutriente e questa ricetta sposa tutte queste belle qualità, oltre a ricordarmi la bellezza di tante persone straniere che non conosco ma che sento di amare.



Cuocete i fagottini in padella antiaderente con poco olio, rigirandoli più volte fino a doratura completa. La pasta così sottile si cuoce subito.



Gustatevi questa magnifica semplicissima ricetta pensando, come me, che il buon cibo e la buona cucina avvicina i Popoli!

Vi metto in ogni caso la ricetta originale così se volete potete farla paro paro!
 



E ricordate, saranno la bellezza e la poesia a salvarci!


Ascoltiamo Arnoldo Foà leggere una poesia di Giacomo, il video è sofferto ma la voce nitida e..val la pena di ascoltare!