Post in evidenza

Bacodaseta: perché il mio blog si chiama così?

Bacodaseta non è un nick o un alias, è il significato del mio cognome. Esiste un paesino sperduto sui colli bergamaschi, piccolo talme...

mercoledì 29 ottobre 2014

Crostata (veg)

Mi sto dedicando al mio passatempo preferito: la sperimentazione.
Sperimentare é il mio stile di vita, la mia ragione d'essere, quello che ogni giorno mi fa sentire contenta e stimola ancor più la mia curiosità permettendomi di scoprire cose nuove.

Per sperimentare intendo vivere la mia vita senza sapere cosa aspettarmi.
Affidarmi a ciò che io sola posso scoprire di me, degli altri, di ciò che mi circonda.
Senza che nessuno mi dica cosa devo fare, buttandomi nel nuovo, senza certezze, perché questa è la magia del vivere secondo me!

A questo proposito sto sperimentando un'alimentazione che é a parer mio più sana, eliminando il più possibile le proteine animali ed incrementando fibre, proteine vegetali..

Non ho intenzione di diventare un'estremista ma considero il cambiamento come un'opportunità per far vivere meglio me stessa e la mia famigliola, non disdegnando di tanto in tanto il consumo di carne che però dovrá essere occasionale, e sicuramente non eliminando il pesce.
Partendo da questi presupposti mi piace investigare e conoscere vari tipi di cucina, e creare ricette prendendo spunto da persone che da anni già cucinano vegano, vegetariano, macrobiotico (ho seguito un corso di macrobiotica tempo fa).

Conoscete per esempio Marco Bianchi che su Sky presenta ricette sane e colorate per bambini?
É interessante sapere che lavora anche per la Fondazione Veronesi, cosa che di per se me lo rende simpatico, se non lo fosse già di suo!

Ebbene le sue ricette sono pratiche, sane e alla portata di tutti. A chi dice che il suo modo di presentare ricette  é troppo scontato, che lui è troppo magro ( forse è la sua costituzione e poi meglio così che obeso) che non é né un vero chef né uno scienziato, rispondo che con questa domanda:
"Ma voi le sue ricette le avete provate?"

Vi propongo ora una delle sue torte, quella di capuccetto rosso, che troverete senz'altro con facilità sul web, ma che ho modificato leggermente rispettando però il concetto: no proteine animali!

La torta l'ha preparata mia figlia di 8 anni, fatela preparare ai vostri bimbi, questa o quella originale: ne andranno matti!


Ingredienti:

• 1 tazza di farina di segale integrale

• ½ tazza di farina bianca

• ½ tazza di zucchero di canna scuro

• 4 cucchiai di olio di semi

• 4 cucchiai d'acqua fredda

• un cucchiaino di bicarbonato 

• un pizzico di cannella

• marmellata 


Amalgamate bene la farina con lo zucchero , poi aggiungete l'olio e l'acqua, tutti gli ingredienti e con le mani formate una bella palla da cui toglierete un po' di pasta, prima di stenderla con il matterello su della carta forno. 
Ora mettetela in una tortiera bassa foderata con la carta forno e ritagliate i bordi della pasta se troppo alta, e della carta se deborda.

Mettete sul fondo un poco di zucchero di canna, poi stendete la vostra marmellata preferita, infine le striscio line che avrete ricavato dall'impasto. Mia figlia ha fatto anche due cuoricini e un fore da appoggiarvi sopra.
A questo punto infornate per 20 minuti a 180 gradi!
Buon appetito! Grazie Marco Bianchi!


Beh....direi che è piaciuta!