Post in evidenza

Bacodaseta: perché il mio blog si chiama così?

Bacodaseta non è un nick o un alias, è il significato del mio cognome. Esiste un paesino sperduto sui colli bergamaschi, piccolo talme...

mercoledì 22 gennaio 2014

Ancora nella cocotte: la polenta








Ma che bella la piccola Cocotte, mi ha davvero ispirata e siccome la uso spesso senza nemmeno doverci pensare su, ecco che condivido con voi un'altra ricettina niente male, che potrete usare anche per gli ospiti più raffinati.
Usiamo ancora la cocotte monoporzione da forno, quella in ceramica di cui abbiam parlato ieri.

Propongo una bella ricetta che i vostri bambini apprezzeranno, semplice, veloce, sfiziosa proposta in due varianti.
Subito dopo un'altra più raffinata, magari da presentare insieme alla prima, una per i grandi e l'altra per i piccini.
Possono essere serviti anche come antipastini, per esempio se volete servire solo un secondo agli ospiti, potete preparare le cocotte e servirle calde insieme ad altri antipasti freddi.

Per cominciare preparate un bel ragù di carne, che servirà per la prima ricetta, come vi ho descritto qui:     http://bacodaseta2012.blogspot.it/2012/09/ragu-de-la-tante-cecile-e-tre-modi-di.html
e nel mentre cuocete una bella polenta, la quantità dipenderà dal numero dei vostri commensali.






La polenta del Bergamì nella cocotte:

Ingredienti per due cocotte monoporzioni:
1tazza di polenta
1 fetta di formaggio branzi
1 tazza di ragù
Parmigiano Reggiano q.b.

Preparate ora una bella polenta morbida, se la vedete troppo dura (noi bergamaschi amiamo la polenta piuttosto soda, per tradizione, molto diversa dalle polente piemontesi che in genere sono più flosce) aggiungete un po' di latte durante la cottura, considerando che poi va ancora in forno.
Oliate la cocottina col solito olio Extravergine e mettete un po' di polenta sul fondo, poi dei pezzetti di formaggio, ancora un po' di polenta, ragù, polenta e una spolverata di Parmigiano Reggiano.
In forno fino a doratura completa.


Variante:
Gli stessi ingredienti per persona, più un uovo, in questo caso metterete meno formaggio.
Con la polenta, dopo aver oliato la cocotte, foderate lo stampo e poi mettete ancora un cucchiaio di polenta sul fondo, un cucchiaio di ragù, ancora un cucchiaio di polenta, siete a tre quarti della cocotte. Rompete l'uovo nella cocotte 
sistemando ancora un po' di polenta e ragù intorno al rosso, senza romperlo. A chi piace spolverare di parmigiano. Via in forno fino a cottura dell'uovo: è pronta quando il bianco è cotto ma il rosso è ancora morbido, quindi attenzione, non mollate il forno!

Seconda ricetta: moscardini e polenta.
Ingredienti:
anche qui le quantità variano a seconda del numero dei commensali, calcoliamo 3 moscardini a cocotte, ma dovete regolarvi anche a seconda di quanto son grandi.
Se son grandi ne bastano anche due, se piccolini cene vanno anche tre perchè poi cuocendo diminuiscono.
Scusate se non sono portata a darvi pesi fissi, perché sono convinta che quando vi recate a far la spesa davanti a un pesce fresco che v'ispira, non chiedete esattamente di darvene un "tot" specifico, sbaglio?
per una decina di moscardini quindi:
1 spicchio d'aglio
olio ex.
sale q.b.
1 bicchiere di vino bianco secco
2 pomodori meglio se freschi (oppure polpa in scatola)

Fate dorare i moscardini a fuoco vivo dopo averli puliti in poco olio, aglio che poi toglierete, sfumate con vino bianco, aggiungete un poco di acqua e quand'è evaporata mettete del pomodoro a pezzetti, abbassate la fiamma fino a completa cottura.

Prendete la vostra cocotte: oliatela e foderatela di polenta, mettete ancora la polenta sul fondo ( un cucchiaio) e poi due o tre moscardini col loro sugo, aggiungete ancora un po' di polenta senza andare a coprire i moscardini.
Infornare qualche minuto e servire ben caldo.


Mentre "prepararte"..ascoltate un po' di buona musica!