Post in evidenza

Bacodaseta: perché il mio blog si chiama così?

Bacodaseta non è un nick o un alias, è il significato del mio cognome. Esiste un paesino sperduto sui colli bergamaschi, piccolo talme...

venerdì 7 dicembre 2012

Dado vegetale fatto con parti delle verdure che buttereste





Eccomi di nuovo a trattare il tema dell'ottimizzare appieno ciò che compriamo: in questo caso gli scarti della verdura che finirebbero nel composter o nella spazzatura.
Se possibile utilizzate verdura biologica, ma anche l'altra se ben lavata, a meno che non sia stata trattata esternamente nel caso delle scorze.

Potete usare la parte verde di porri, quella esterna delle cipolle, patate, carote, della zucca,ecc. per farne un prodotto veramente gustoso.
Variate le verdure ed avrete sapori più o meno decisi, che imparerete a calibrare a seconda della preparazione che vorrete ottenere.
Se utilizzate un forno o un essicatore:
cominciate a tenere da parte le bucce e le parti meno nobili delle verdure che tagliate per minestre e passati, magari mettendole nel frigorifero già lavate.
Quando ne avrete una bella quantità ponetele ad essiccare nel forno a 70 gradi per circa due ore.
Se non avete la possibilità di usare il forno a basse temperature invece mettete gli scarti sul calorifero, e attendete che si secchino completamente.
Se ne avete pochi metteteli da parte finché ne avrete altri riponendoli in vasi di vetro a chiusura ermetica affinché non perdano l'aroma.


Ora pesate le scorze che avete a disposizione e tritatele finemente con del sale marino di pari quantità.
Conservate in un vaso a chiusura ermetica.
Potete usarlo al posto del dado o per salare e insaporire e vi assicuro che è buono!




Licenza Creative Commons
bacodaseta: ricette, poesia e fantasia. by Patrizia Bacuzzi is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.