Post in evidenza

Bacodaseta: perché il mio blog si chiama così?

Bacodaseta non è un nick o un alias, è il significato del mio cognome. Esiste un paesino sperduto sui colli bergamaschi, piccolo talme...

venerdì 19 ottobre 2012

Focaccia ripiena





Le giornate sono più fredde ed ho ancor più voglia di accendere il forno, il profumo di torte e focacce invade la cucina e la casa, avvolgendo tutto con il tepore di cose buone e genuine..
evviva l'autunno!!

leggete questa di Emily


Vi do le dosi per ottenere un impasto base per fare la pizza, la focaccia, i grissini o il pane: praticamente si tratta della pasta di pane, semplicissima e adatta a tante occasioni.

Se volete ottenere una focaccia o una pizza più alta, stendetela più spessa, non assottigliandola troppo, poi trasferitela già sulla teglia del forno e lasciatela lievitare fino all'altezza desiderata prima di cuocerla, questa dopo la prima lievitazione, in questo modo rimarrà più soffice dentro e croccante all'esterno. Personalmente la seconda lievitazione mi fa ottenere risultati migliori, basta poco, anche una ventina di minuti invece di infornarla subito. In pratica lei si riposa, riforma le sue bollicine e si rilassa.. e voi anche!

Se volete che la pizza sia sottile, basta stenderla bene e tirarla bene. A me piace lasciarla comunque riposare una seconda volta come appena spiegato, fate delle prove e saggiate la vostra preferenza.

Se usate l'impasto per fare il pane, non è necessario mettere l'olio.
Se usate l'impasto per friggere delle pizzette o fare il gnocco fritto ( la ricetta vera è fatta con lo strutto) mettete l'olio!


Ingredienti:
600 g di farina ( se usate delle farine speciali come quelle del Mulino Marino, vedrete che l'impasto renderà molto di più e anche la lievitazione sarà diversa, potete miscelare diversi tipi di farina, vedi post sulla farina)
40 g di olio extravergine d'oliva
10 g sale marino fino
350 g di acqua a temperatura ambiente
1 cubetto di lievito fresco 
oppure 
1 bustina di lievito secco attivo ( 1 cucchiaio colmo di zucchero in questo caso)

Per il ripieno della focaccia:
1 etto e mezzo circa di prosciutto cotto
mezzo panetto di mozzarella per pizza ( o altro formaggio fondente che vi piace)
origano a vostra discrezione
semi di sesamo
1 pomodoro abbastanza grande e maturo

Amalgamate bene gli ingredienti con un'impastatore o con le mani fino ad ottenere un'impasto abbastanza elastico e morbido.
Lasciate riposare coperto ( da un foglio di carta forno o canovaccio) al tiepido e lontano da sbalzi di temperatura per 1 ora e mezza come minimo. Quando vedete cioè che la palla che avevate formato si è triplicata e togliendo la pasta all'interno si sono formate molte bolle è pronta.

Come preparare la focaccia ripiena:
dividete la pasta in due parti uguali.
Stendete la pasta ben sottile e foderate il piatto da forno con della carta forno, poi appoggiatevela sopra, come nella foto.
Lasciatela riposare qualche minuto, poi aggiungete il prosciutto, il formaggio a pezzetti e il pomodoro a fette.
Stendete il secondo pezzo di pasta e ricoprite il primo arrotolando bene il bordo insieme affinché cuocendo non 
 si stacchino e non esca il formaggio, che poi potrebbe andare a bruciarsi sul fondo della teglia.

Sul bordo arrotolato ho messo dei semi di sesamo, altrimenti questa parte più spessa viene scartata con uno spreco di pasta inutile, invece così è più gustoso essendo condito con un filo d'olio, che ho spennellato sopra tutta la pasta, e con dei semi.

Adesso mettete a circa 200 gradi il forno e cuocete per una ventina di minuti, poi accertatevi che dentro la pasta sia ben cotta.


Che ve ne pare?

Qui l'han spazzolata via in un batter d'occhio !!E che profumo!!
Potete variare il ripieno a vostro piacimento!
Mettere del pesto con i pomodori per esempio, dello speck e formaggio morbido, del formaggio di capra e prosciutto, oppure dei carciofi sott'olio e mozzarella di bufala ( attenzione a sgranarla bene con le mani perché non faccia troppa acqua)o ancora del gorgonzola dolce..insomma sbizzarritevi e sperimentate!!

Ricapitolando: usate le dose che vi ho suggerito per farne ciò che volete, potete farne di più o di meno, io ne ho fatto un Kg avendone usato una parte per dei grissini.. che vado a postare a breve!!













Licenza Creative Commons
bacodaseta: ricette, poesia e fantasia. by Patrizia Bacuzzi is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.