Post in evidenza

Bacodaseta: perché il mio blog si chiama così?

Bacodaseta non è un nick o un alias, è il significato del mio cognome. Esiste un paesino sperduto sui colli bergamaschi, piccolo talme...

venerdì 12 ottobre 2012

Donne facciamoci aiutare!!



Se sei una donna che lavora, come riesci ad arrivare dappertutto?

Tuo marito, che immaginiamo lavori come te in casa o fuori casa, ti aiuta?

E all'accudimento dei figli chi pensa, tu, lui, ci pensate insieme?

I bambini, aiutano nel loro piccolo?
Prima di rispondere clicca qui, la musica ti aiuterà nella riflessione.





Pensi che solo per il fatto di essere femmina la responsabilità e l'andamento di casa e figli dipenda solo da te, sia un tuo dovere oppure dividi compiti e doveri in collaborazione con gli altri membri abitanti della stessa?

La gestione eventuale tua della casa e dei bambini, è una scelta fatta consapevolmente e dialogando col tuo compagno, oppure la senti e la vivi come un processo educativo e culturale tramandato di madre in figlia ( o di suocera in nuora)? La senti come un'imposizione a cui non puoi o non vuoi sottrarti?
Ti piace o ti pesa questo ruolo?


Penso che spesso molte donne e uomini pur lavorando fuori casa non abbiano ben chiaro in mente il fatto che oggi, per fortuna, le competenze riguardanti la casa non sono più strettamente legate al ruolo femminile come un tempo, ma siano interscambiabili e facilmente condivisibili.
La figura paterna si è specializzata nell'accudimento dei figli altrettanto bene come quella materna arricchendosi di competenze che solo 20 anni fa erano rare e mal viste dalla nostra società.
Del resto ci sono anche donne che lavorano in casa assumendo il ruolo di casalinga per scelta o perché non trovano lavoro.
E vorrei sottolineare che anche questo è un lavoro, spesso non riconosciuto e sminuito.


Ho appena letto un'articolo molto carino e sensato sul blog di Mamma felice, e devo dire che ho trovato diverse espressioni davvero "forti", ma anche giuste, riguardo alle situazioni più comuni che si verificano in casa.
Quando dico forti, lo dico in tutti i sensi e cioè sia per il fatto che fanno riflettere, che per il fatto che mi hanno rallegrato per la loro simpatia.
Trovate il riferimento al blog al fondo, insieme al link.
Nel suo Blog si parla di marito e moglie che lavorano in casa insieme, e che giustamente collabora nella gestione di tutto ciò che comporta la vita famigliare.


Ci sono diverse cose interessanti che riguardano anche me: spesso ho la tendenza a diventare perfezionista in casa, facendomi mille paranoie, specialmente se vengono ospiti, ma poi ne pago le conseguenze in stanchezza e insoddisfazione.
E' un atteggiamento stancante che mi porta a procrastinare qualche invito proprio per non trovarmi nella situazione di " tirarmi secca". Che peccato vero?

Vi capita mai di comportarvi così?

Altre volte invece me ne frego un po' di più e lascio perdere l'eventuale disordine dei figli ( che sono 3 di diverse età: il che vuol dire un cataclisma viaggiante per casa ) e vivo serenamente, quella spero di essere la vera io.
Allora accolgo ospiti con allegria, mi concentro su ciò che ho da offrire loro, e siamo tutti felici senza pensare troppo al fatto che magari non ho la casa dell' amica o della vicina perfetta.


Sì perché una delle cose che spesso mi turba è proprio il confronto con alcune amiche che hanno sempre una casa talmente PERFETTA, ordinata, lustra e profumata da farmi pensare di essere un'incapace.
Eppure le vedo rilassate e tranquille mentre io mi sento tirata e frustrata senza ottenere il risultato che desidererei, perché?
Soprattutto, capita anche a voi?
Mi chiedo come facciano, tante donne che lavorano anche fuori casa ad avere sempre tutto in ordine e sotto controllo.
Ecco l'ho detto: non si tratta forse anche questo di CONTROLLO?
Ma il controllo fa bene? Voi che ne pensate? E' proprio necessario?

Un'altra delle cose che faccio,non ridete vi prego, questo non è per follia di perfezione, ma solo per piacere mio è entrare dalla porta principale e far finta di vedere casa per la prima volta: cosa ne penso? E' in ordine? Ci son troppi soprammobili? E' armoniosa? I colori che ho scelto e abbinato come stanno?
Impersono un critico d'arte?! Che ne dite? Follia ambiziosa!!


Sul fatto di stirare io penso che mettere in preventivo un' asciugatrice aiuti moltissimo le donne, innanzitutto tanta meno roba in giro a stendere, tessuti più morbidi eliminando l'ammorbidente, e veramente molta meno roba da stirare. Infatti spesso molti tessuti basta passarli con le mani ancora caldi e sono perfetti.
Se come dice Mamma felice nel suo Blog, volete fare la prova dello stropicciato non stirato e non stirare affatto stendendo bene, ritirando i panni e stendendoli con le mani una volta ritirati, sicuramente avrete da guadagnarci parecchio, perché come diceva sempre mia zia Cesira se stendi bene ritiri meglio.
Io ricordo che lei stendeva le lenzuola, le ritirava e le rimetteva nel letto lo stesso giorno, senza stirarle. Non aveva nemmeno la lavatrice, lei.
Ma è anche vero che lavandole a mano non si stropicciano molto, oltre al fatto che lei abitava in Provenza dove un clima caldo e ventoso le faceva asciugare in un batter d'occhio.

Del resto se per lavoro mio marito, come tanti altri, deve portare delle camicie, meglio che siano stirate, altrimenti meglio non metterle.
Può essere una scelta da fare insieme, di comune accordo.
Ma secondo voi chi dovrebbe stirare in casa ? Voi o lui?

E poi una cosa vorrei chiedere alle donne:
non capita anche a voi in certi periodi del mese di vedere tutto un disastro anche quando la casa è come sempre?
Non ci sono giorni in cui sistemate e pulite come prese da un raptus?
La doccia sembra un granito di calcare, tra le piastrelle spuntano dei funghi porcini, la polvere vi rincorre come una condanna, e i giocattoli dei figli hanno vita propria!!!
Ci sono giorni in cui il lavoro casalingo è leggero e rende, mettere via e riordinare riesce facile, altri invece è pesante come un macigno.
Siete d'accordo?

Siete al corrente del fatto che molti figli adolescenti non sanno far partire una lavatrice, né prepararsi un pasto? Per voi è normale?
Cosa ne pensate?
Pensate che se vivono in casa vanno accuditi come da piccoli o vi aspettate che siano autonomi e vi diano anche una mano? E questo a partire da che età? Perché secondo voi molti figli riufiutano di aiutare?

Quanto vi aiutano e collaborano in casa i vostri uomini? Ritenete che potrebbero e dovrebbero fare di più?


E' in grado vostro marito per esempio di prepararsi la valigia se deve viaggiare? Oppure dipende da voi? E vostro figlio o figlia adolescente, lo è?
La risposta di persone diverse a queste domande potrebbe lasciarvi di stucco.

Più in genere, cosa pensate dovrebbe fare un uomo in casa?
Pensate che il principe azzurro debba rimanere a guardare mentre voi grattate il fondo della padella bruciata?
Lavorate tutti e due eppure tacitamente entrambe pensate che la casa e i figli siano una vostra incombenza?

Vorreste che fossero più ordinati e vedessero le cose come le vedete voi?

Per contro, siete disposte a cambiare la vostra visuale e a guardare la casa come la vedono loro, cioè da un punto di vista più pratico?

Forse la chiave della leggerezza riguardo ai doveri casalinghi sta proprio nel cambiare il nostro punto di vista?
Imparare a ridere del nostro perfezionismo e cominciare ad essere meno esigenti?
Delegare consapevolmente diversi compiti in cui pensiamo di essere le più brave?
Imparare a non confrontarci sempre con l'amica perfetta che riteniamo migliore di noi ( perché intimamente ci sentiamo da meno ma non ne siamo consapevoli) nel tenere la casa dei sogni..che poi invece sappiamo bene in fondo al cuore che non sarà questa corsa ad ostacoli e di autoabnegazione a darci la felicità!



Spero di avervi dato degli spunti su cui riflettere e che condividerete con me i vostri pensieri.
Lasciatemi un commento, uomini o donne che siate.
Grazie!!


Trovate le informazioni che mi han fatto riflettere nel Blog di Mammafelice mi raccomando leggetelo, è molto interessante:
per esempio :" La mia prima regola, come ho scritto tante volte anche nel Manuale della Felicità, è sposare l’uomo giusto. Ho una teoria: l’unico modo per sopprimere il gene del maschilismo, è smetterla di sposare uomini maschilisti, per fare in modo che i loro geni si estinguano per sempre nella notte dei dinosauri"

Dividere gli incarichi domestici in famiglia




http://www.mammafelice.it/2012/10/11/dividere-gli-incarichi-domestici-in-famiglia/comment-page-1/#comment-409464