Post in evidenza

Bacodaseta: perché il mio blog si chiama così?

Bacodaseta non è un nick o un alias, è il significato del mio cognome. Esiste un paesino sperduto sui colli bergamaschi, piccolo talme...

domenica 30 settembre 2012

Mexico nuvole






Oggi vi propongo un piatto che ha i colori e i sapori del Messico: un Grande Paese che io adoro.
Non è stato preso da un libro di ricette, l'ho sviluppato io, secondo le mie conoscenze dei piatti gustati là, ed è quindi una possibile proposta sia per chi non ha mai mangiato Messicano, che per chi non essendovi abituato non ama i gusti troppo intensi.

Lasciatevi sorprendere dai colori, dai profumi che si sprigioneranno mentre cucinerete, assaporate il clima che si crea in cucina mentre tagliate le verdure e usate gli aromi.
Servite questo piatto con tortillas messicane, io ho usato le vere tortillas che vengono fatte in Messico: di mais.
Qui nel Nord Italia ancora non le ho trovate e nemmeno la farina per farle, ma per fortuna mio cugino che abita a Città del Messico me ne porta una scorta quando viene, una volta l'anno.
La tortilla merita un post tutto suo, per la sua bontà e particolarità. Ne farò uno.
Comprate pure le simil tortillas che vi vendono nei supermercati, portano nomi spagnoleggianti o sono prettamente Tex-Mex, vanno benissimo e per di più se non conoscete il Messico di persona è probabile che siano più adatte ai vostri gusti.

Le tortillas che troverete in commercio andranno bene, le scalderete su una piastra ( non nel microonde) o padella antiaderente. Le porrete in un contenitore che avrete foderato con un tovagliolo o canovaccio e le coprirete.
Le porrete calde in tavola come accompagnamento, ognuno poi potrà riempirle con il composto che avete messo in tavola bollente.
Meglio se  il contenitore per le tortillas fosse di coccio ( va bene anche una pentola) o di pietra, altrimenti le porrete in una pirofila rotonda ( sono abbastanza piccole) coperte poi col la tela e un piatto o coperchio.

Vi prego invece fatelo per me, non abbinate questo piatto alla piadina, sono sapori nettamente diversi!
Anche le tortillas bianche (non di mais ) che trovate in commercio, sono diverse da essa anche se di farina bianca ( anche in Messico ci sono) ma più piccole e sottili.


Servite il piatto con le tortillas, sarà un piatto unico. Accompagnatelo con del mais servito a parte e del Guacamole ( di cui posterò la ricetta) , della panna acida o Sour Cream.
Potete accompagnare anche con del riso bianco a parte, i messicani lo servono spesso con i loro piatti. Nella tortilla metterete il riso, le salse e ciò che avrete preparato qui.

Se siete vegetariani, cucinate le verdure in una padella alta o wok, senza la carne, il piatto vi soddisferà, eventualmente aumentate la quantità d'esse.

Lanciatevi in questa profumatissima esperienza: stupirete i vostri ospiti, ma soprattutto voi stessi.

Ingredienti:
4 sovracosce di pollo 
200 gr di care trita magra
1 piccolo filetto di maiale
1 piccolo pezzetto di salsiccia ( luganega)
1 scatola polpa di pomodoro o 2 pomodori maturi
2 porri
4 cipollotti freschi ( o una cipolla bianca)
3 peperoni rossi 
1 peperoncino piccante ( dosatelo individualmente a piacere)
4 zucchine grosse
1 cucchiaino d'estragone
1 cucchiaino di cumino
2 cucchiaini di farina di riso 
sale e pepe al vostro gusto

Preparazione:
io ho usato una Wok in ghisa, perché mantiene una temperatura molto alta a fuoco basso, con grande risparmio di energia usando tutta la sua superficie estesa.
Potete usare una pentola alta, l'importante è che sia abbastanza ampia così che gli ingredienti "respirino" e mantengano il loro colore e sapore.

Pulite e tagliate le verdure: i cipollotti nel senso della lunghezza e poi a metà, il porro intero tagliatelo in 4 o 5 pezzi e poi nel senso della lunghezza, fate striscioline dei peperoni, tagliate la cipolla in due e poi cercate di tenere come riferimento le altre verdure, per dare un taglio generale omogeneo, senza grandi differenze.Lo stesso per le zucchine, dividele in 3 poi fatene delle strisce.

Oliate leggermente il fondo con un pennellino, poi mettete tutta la carne insieme, la salsiccia spellata, il filetto tagliato a striscioline, le sovracosce di pollo spellate, pulite dal grasso e dall'osso, tagliate meglio che potete a striscioline, la carne trita.
Cuocete fino a che noterete che la carne ha perso tutto il colore rosso, rigirandola continuamente, senza farla attaccare, fate rosolare senza fretta.




A questo punto, avrete una carne quasi cotta, aggiungete cipollotti e porri, mescolate, fate dorare e aggiungete le altre verdure , i due cucchiaini di riso (che avrete stemperato in un poco di liquido del pomodoro o due cucchiaini d'acqua) i pomodori spellati o la polpa. Aggiungete gli aromi, il sale e il pepe, il peperoncino.
Le tortillas vere

Lasciate cuocere fino a che provando la carne e le verdure non le sentite cotte ma comunque devono rimanere colorate e leggermente croccanti.

Accompagnate con una birra messicana (La corona : di cui si dice "tan buena la grande como la ciquita) con uno spicchio di lime posto dentro il collo della bottiglia.

Ho scelto alcuni links che per le immagini del Messico che sono molto belle, ma voglio proporvi anche un video con musica originale perché se farete questo piatto dovreste ascoltarla e solo così entrerete veramente con lo spirito, nel Messico.
Solo così il vostro piatto avrà un gusto vero. 
Ascoltatelo con gli ospiti, ma soprattutto voi, mentre cucinate.