Post in evidenza

Bacodaseta: perché il mio blog si chiama così?

Bacodaseta non è un nick o un alias, è il significato del mio cognome. Esiste un paesino sperduto sui colli bergamaschi, piccolo talme...

domenica 22 luglio 2012

Un appello a chi possiede un cane e a chi lo vorrebbe.

Chi possiede già un cane sa già quanto amore questi animali possono dare incondizionatamente, sa già che essi pendono dal nostro affetto e dipendono da noi, dalla nostra generosità.
La mia Tea ha avuto un cucciolo che ora ha un mese, posso dire che il suo istinto materno ha molto da insegnare a tante donne, forse cucciole anche loro, tanto inesperte o impaurite, chissà..non lo dico certo per giudicare.
E' notizia di questi giorni di una giovane donna che ha gettato un bimbo nel cassonetto,  l'altro gemellino è stato ricoverato ma non ha potuto salvarsi. Ebbene vedendo la mia cagnolina e l'impegno che ci mette nel prendersi cura del suo piccolo, credo che anche noi in quanto mammiferi dovremmo imparare a riconoscere ciò che sentiamo istintivamente, verso i nostri piccoli. Osservandoli imparo ogni giorno un sacrificio che a loro nessuno ha insegnato, quante volte invece noi umani dotati di cervello che riteniamo superiore facciamo l'opposto? Quante altre volte "per cultura" non ascoltiamo il nostro istinto? Peggio ancora per egoismo?
Ecco il mio appello a chi pensa di prendere un cane: pensate bene all'impegno che state per prendervi. Un cane non è un giocattolo, di cui stancarsi non appena ci si rende conto che comporta tempo, energie e denaro.
E' anche vero che vi renderà l'investimento con interessi affettivi superiori a quanto potete immaginare, ma calcolate anticipatamente la spesa, per "spesa" intendo dire tutto ciò che il suo mantenimento, la sua cura comporta.
Sento persone dire che non vogliono cani piccoli, amano solo cani grandi.
Ebbene, anche a me piacciono i cani grandi! Eppure ho preferito impegnarmi con un cane piccolo!
Sapete perché?
Un cane piccolo è meno impegnativo di un cane più grande. Cominciamo dal fatto che in casa, molte persone abitano in un appartamento senza giardino, un cane grosso è più difficile da gestire.
Pensate solo allo spazio che occupa, all'odore che emana, a ciò che consuma e..produce a sua volta.
E' tutto proporzionato alla sua grandezza!
Con questo non sto dicendo che non potete tenere un cane grosso, ma mettete in conto che sarà più impegnativo.
E gli spostamenti? Pensate alla vostra auto, al bagagliaio, al cane delle dimensioni che desiderate, immaginatelo dentro l'auto.
Le vacanze:  a chi lo lascerete? Sarà più facile piazzare un cane grande o piccolo? Portar in albergo un cane grande o piccolo? Informatevi!
 Chi lo terrà quando andrete via? Potete permettervi un asilo per cani o una tata per cani?

Tea e Johnny

Johnny Bravo

Johnny Bravo




Gustavo

Purtroppo proprio prima delle vacanze molti cani vengono abbandonati, è bene sapere in ogni caso che per quanto il nostro carattere possa essere molesto (senza offesa ma tutti a volte lo siamo), quanto possiamo essere ingombranti, antipatici, mal odoranti (un cane ha un olfatto incredibile, il nostro è niente a confronto) o sciocchi, nessun cane che ci abbia adottato ci abbandonerebbe mai.