Post in evidenza

Bacodaseta: perché il mio blog si chiama così?

Bacodaseta non è un nick o un alias, è il significato del mio cognome. Esiste un paesino sperduto sui colli bergamaschi, piccolo talme...

lunedì 16 luglio 2012

Rose Rouge (marmellata insolita)

Quello che vi propongo qui è una marmellata ottima per accompagnare i formaggi, dal sapore particolare, vi darò delle dosi minime per farne solo qualche vasetto così che possiate assaggiarla con i vostri ospiti e in seguito decidere quale sarà l'uso più consono ai vostri gusti.
Il mio consiglio e quella di assaporarla quando lo riterrete opportuno, in totale relax, su una sottile fetta di pane tostato, oppure con una sfogliata di pane carasau (sardo), o ancora con del formaggio (il pecorino stagionato ci starebbe benissimo, ma va bene qualsiasi altro abbinamento vi alletti).
Anche ai bambini, ve lo assicuro, piacerà moltissimo.

Rose Rouge (Marmellata insolita)


Ingredienti: 
3 carote nere
5 mele golden
20 fragole
1 kiwi
1 cucchiaio e mezzo di semi di papavero
aggiungete sul peso totale il 50 % di zucchero di canna



Sbucciate le mele ed affettatele, grattate le carote e grattugiatele, lavate le fragole col picciolo sotto l'acqua corrente, senza indugiare troppo e dopo averlo fatto appoggiatele su della carta assorbente.
Vi ho appena detto di grattugiare le carote, ma se preferite gustarle in piccoli pezzi, perché nella marmellata amate sentire i pezzetti, tagliatele a pezzetti e andrà benissimo lo stesso, dipende dal vostro gusto.
Trasferite la frutta e lo zucchero di canna in una pentola piuttosto alta, e portate ad ebollizione con fuoco vivace mescolando continuamente.
Di solito per raggiungere la giusta densità occorrono dai 40 ai 60 minuti, dovete accertarvene con la prova del piattino, cioè togliendo con un cucchiaio un poco di marmellata e appoggiandola su un piattino, saprete dopo averla lasciata raffreddare se la consistenza è quella desiderata quando muovendo lo stesso vedrete che non si muove, cioè non scivola.
Le mele dovrebbero essersi sciolte, e così le fragole e il kiwi, le carote nere avranno dato un bel colore, non è così?
A cottura quasi ultimata aggiungerete i semi di papavero, lasciando insaporire 1 o 2 minuti, dopo di che invaserete in vasi lavati precedentemente in lavastoviglie ad alta temperatura (li potete lavare insieme ai normali piatti di ogni giorno riponendoli poi perfettamente asciutti e chiusi) o sterilizzati.
Invasate,chiudete bene con coperchi possibilmente nuovi o perfettamente integri, ribaltate i vasi a testa in giù per 5 minuti, poi rigirateli controllando nuovamente che i coperchi siano ben stretti.
Aspettate e sentirete il "plop" a conferma che potrete riporre i vostri vasetti.
Non dimenticate di apporre un'etichetta ad indicare data e ingredienti, anche perché vi suggerirò altre ricette "insolite".


Il colore di questa marmellata piace molto ai bimbi che sono avidi di frutti di bosco.
Quando l'assaggerete provate ad abbinare il gusto ad un brano musicale che vi sembra gli stia bene  e poi fatemi sapere..
vedrete che insieme a questo brano, vi rimette in sesto. Marmellata e musica insieme, fanno miracoli.



Io l'abbinerei a questo: ROSE ROUGE  dei StGermain

..e se vi piace anche solo l'idea, lasciate un commento!