Post in evidenza

Bacodaseta: perché il mio blog si chiama così?

Bacodaseta non è un nick o un alias, è il significato del mio cognome. Esiste un paesino sperduto sui colli bergamaschi, piccolo talme...

mercoledì 25 luglio 2012

Cécile



Annotasti ogni piccolo pensiero per non dimenticartene

Tenesti riordinata e linda la piccola casa per paura di sembrare poco laboriosa

sugli scaffali
dentro i mobili
ogni cosa fu catalogata e riposta dentro scatole di latta.

Avremmo trovato tutto rigorosamente al suo posto.

Da molto tempo dicevi che te ne saresti andata
”sono vecchia ormai”
E cosi’ ci avresti lasciati.
Ci eravamo abituati a questa frase
per questo non ci pensavamo
Sapevamo, ma senza crederci davvero.

Quel mattino come sempre ti sei alzata prestissimo
hai bevuto la consueta tisana di tiglio
hai fatto grandi respiri e guardato il cielo magnifico della Provenza
attraverso i vetri delle tue finestre
con gli scuri sempre aperti
hai osservato i gabbiani volare sopra i tetti

stava sorgendo il sole Cécile?

Una forza sconosciuta
animava ancora il tuo povero corpo rugoso
involucro duro come scorza
corteccia incisa dal tempo

Ma dentro danzava la tua anima piena di pensieri
Dentro danzava una fanciulla vestita di soffici pizzi bianchi

Sei tornata nel tuo letto candido
Profumato di lavanda
Ed hai pensato a tutti noi
Come facevi ogni giorno

Hai sfogliato tra le pagine della memoria i ricordi
Immobili
Sospesi
Agganciati agli affetti più forti
E ti sei sentita vecchia

Hai sentito di comprendere ogni cosa
Sapori antichi e vite moderne
Che ti accompagnarono fin qui

Sei ritornata nel tuo letto candido
profumato di lavanda
ed è li che la morte ti ha abbracciata.



Licenza Creative Commons
bacodaseta: ricette, poesia e fantasia. by Patrizia Bacuzzi is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.